Progetto UNISCO: “Dalla Scuola all’Università”

Il Progetto UNISCO è un progetto di orientamento in ingresso, riguardante la collaborazione tra l’Università di Sassari e le Scuole secondarie di II grado al fine di consentire agli studenti delle classi III, IV e V di frequentare corsi universitari e ottenere crediti formativi spendibili, a determinate condizioni, nell’Ateneo di Sassari.

In questa pagina:

Contatti

Referenti:

  • Dott.ssa Rosella Filigheddu – Delegata Rettorale Orientamento
  • Dott. Giovanni Battista Sechi – Responsabile Ufficio Orientamento e Diritto allo Studio
  • Dott.ssa Fiorella Tilloca – Staff Progetto

Contatti:

Ufficio Orientamento e Diritto allo Studio
Via Arborea, 40/b
progettounisco@uniss.it / protocollo@pec.uniss.it
Telefono 079229920  / Telefono 079229924

1. Obiettivi del progetto
  • Istituzionalizzare il rapporto Scuola-Università
  • Porre le basi per un proficuo dialogo tra Scuola e Università
  • Favorire un’integrazione tra le attività formative scolastiche e le attività formative di base dei primi anni dei corsi di laurea universitari nell’ottica di un “processo di continuità” scuola-università
  • Riqualificare le competenze
  • Aiutare lo studente nella comprensione degli aspetti fondamentali e delle metodologie di una specifica disciplina
  • Orientare allo studio universitario (fornendo spunti di riflessione su come studiare, come frequentare le lezioni, come sostenere gli esami)
  • Orientare alla scelta del corso di laurea
2. Destinatari del progetto, svolgimento dei corsi e degli esami

I corsi sono rivolti agli studenti delle classi III, IV e V superiori e consistono in quattro incontri pomeridiani da 3 ore ciascuno per un totale di 16 ore accademiche.

Nel caso sussistano le condizioni in termini di fattibilità, in aggiunta alle 16 ore di corso, vi è la possibilità di attivare “lezioni integrative” (pari a 4 ore complessive), tenute dai docenti referenti dei corsi che la scuola intende proporre ai propri studenti. Le scuole, infatti, nel momento in cui aderiscono al Progetto possono proporre agli studenti uno o più corsi mettendo a disposizione un docente referente che terrà a scuola le “lezioni integrative” previste dal Corso medesimo (la scelta del tipo di “lezioni integrative” è concordata durante le Commissioni Miste tra il docente referente della scuola ed il titolare del Corso).

Le “lezioni integrative” possono riguardare una o più delle seguenti attività:

  • Introdurre l’argomento prima delle lezioni in Ateneo
  • Ripassare argomenti trattati durante le lezioni in Ateneo
  • Supportare gli studenti per la preparazione degli esami
  • Trattare un argomento specifico

Riguardo alle modalità di realizzazione, le lezioni dei Corsi si svolgono nelle strutture dell’Università e, in particolare, presso i Dipartimenti che li avranno attivati, mentre nel caso in cui si possano effettuare le “lezioni integrative”, queste dovrebbero svolgersi presso le singole Scuole o, eventualmente, presso una Scuola capofila del corso.

La frequenza alle lezioni è obbligatoria (per essere ammesso a sostenere l’esame finale lo studente deve aver raggiunto il 75% del numero di ore previste per il corso, che corrisponde a 3 dei 4 pomeriggi previsti nelle strutture universitarie).

L’esame finale viene fissato entro un mese dal termine delle lezioni. Sono previsti due appelli e allo studente viene data la possibilità di presentarsi al secondo appello nel caso in cui non superi l’esame oppure non accetti il voto al primo appello. Dato che non possono essere fissati più di due appelli lo studente che sostiene e non supera l’esame al secondo appello oppure non accetta il voto, non può ridare l’esame. Infine, vale la regola che se lo studente non rifiuta esplicitamente il voto, questo lo si considera accettato.

3. Tipologia dei corsi e riconoscimento dei CFU

I corsi erogati possono essere di 4 tipologie: “standard”, di potenziamento dei “saperi minimi”, di preparazione ai test d’ingresso, corsi di “aggiornamento” docenti.

a. Corsi “standard”: corsi a carattere introduttivo per avvicinare lo studente agli aspetti fondamentali e gli argomenti trattati in uno o più corsi di studio (con questi corsi lo studente dovrebbe chiarire meglio se un determinato percorso di studio risponde alle sue aspettative ed è adatto alla sua preparazione di base). I “corsi standard” possono essere progettati come:

Corsi di introduzione a una disciplina
Corsi organizzati in moduli per presentare i diversi aspetti di una disciplina
Corsi monografici (ad esempio: in accordo con i docenti della scuola superiore si può approfondite un tema, un argomento, un autore che rientra tra gli ambiti del corso di studio e che può essere di integrazione delle competenze scolastiche dello studente);

b. Corsi di potenziamento dei “saperi minimi”: far acquisire agli studenti le conoscenze di base che esonerano da uno o più accertamenti in ingresso. (I “saperi minimi” sono le conoscenze e competenze di base che vengono richieste allo studente per poter frequentare proficuamente il corso di laurea. Le modalità e la data di effettuazione delle prove per la loro verifica sono stabiliti annualmente da ciascun corso di laurea. Durante l’anno vengono organizzati corsi per agevolare gli studenti nel recupero degli obblighi formativi aggiuntivi derivanti dal mancato superamento della prova. I CFU conseguiti tramite i corsi del Progetto UNISCO possono esonerare lo studente dal sostenere, in tutto o in parte, la prova);

c. Corsi di preparazione ai test d’ingresso (articolati su più moduli) ai Corsi di laurea a numero programmato;

d. Corsi di “aggiornamento”: per questo a.a./a.s. 2017/2018, in via sperimentale, potrebbero essere previste delle “attività a sportello” presso i dipartimenti su richiesta dei docenti della scuola. Tali attività potrebbero riguardare approfondimenti di tipo disciplinare ed essere funzionali alle esigenze dei docenti su come trattare o sviluppare specifici argomenti o temi anche di carattere trasversale.

3.1. Riconoscimento CFU e voti

I corsi vengono suddivisi in due macro aree: Scientifica e Umanistica.

Per i corsi UNISCO il rapporto CFU/ore di didattica corrisponde a 1/8 per tutte le tipologie di corsi previste.

I CFU UNISCO acquisiti dagli studenti sono riconosciuti nell’ambito dei corsi universitari, fino ad un massimo di 10, secondo le seguenti modalità:

  • I CFU nei corsi “Standard” sono riconosciuti “automaticamente in ambito D” (cioè come attività a libera scelta) all’interno dei corsi di laurea della Macro Area di riferimento (Umanistica o Scientifica), mentre per il riconoscimento nei Corsi di studio dell’altra Macro Area è necessario il parere favorevole del Consiglio di corso di Studio competente, seguendo le indicazioni presenti nel sito web del Corso di studio o del Dipartimento; il voto ottenuto potrà fare media o no, a seconda del regolamento dipartimentale, con i voti degli altri esami.
  • I CFU nei corsi relativi al “potenziamento dei saperi minimi” non sono riconosciuti nei corsi di studio in cui esonerano dalla verifica delle competenze in ingresso, mentre sono riconosciuti automaticamente negli altri corsi della macro-area di riferimento, previo parere favorevole del Collegio didattico nelle rimanenti Macro aree. Il voto ottenuto potrà fare media o no, a seconda del regolamento dipartimentale, con i voti degli altri esami.
  • I corsi di “preparazione ai test d’ingressonon permetteranno di acquisire CFU né voto.
4. Fasi del Progetto per l’a.a./a.s. 2017/2018

L’attuazione del Progetto UNISCO per l’a.a./a.s. 2017/2018 è subordinata a varie fasi che si articolano nel corso dell’anno accademico e di quello scolastico.

Fase 1 (attività attinenti l’Università)

  • giugno-luglio 2017: invito a tutti i docenti (strutturati e a contratto) affinché propongano corsi UNISCO
  • settembre 2017: discussione delle proposte dei corsi nei Consigli di Dipartimento e loro approvazione;
  • ottobre 2017: approvazione dei Corsi da parte del Senato Accademico e del Consiglio di Amministrazione;
  • entro il 23 dicembre 2017: pubblicazione corsi attivati con elenco studenti ammessi in ciascun corso e pubblicazione calendario lezioni definitivo (giorni e orari)

Fase 2 (attività attinenti la Scuola)

ottobre-novembre 2017 (adesioni Scuole):

  • riunione plenaria di presentazione del Progetto ai Dirigenti Scolastici e ai docenti degli Istituti della scuola secondaria di II grado delle provincie di Sassari, Nuoro ed Oristano (proposta data fine ottobre 2017);
  • convocazione Commissione Miste: presentazione del programma del corso, calendario delle lezioni, date esami da parte dei titolari dei Corsi ai docenti della scuola interessati (proposta date dal 6 al 10 novembre 2017);
  • invio, con modalità on line, della Scheda di Adesione delle Scuole (proposta date dal 6 al 18 novembre 2017);
  • invio, esclusivamente via posta certificata, della Convezione sottoscritta con firma digitale dal Dirigente Scolastico (proposta date dal 6 al 18 novembre 2017);

novembre-dicembre 2017 (adesioni Studenti)

  • novembre 2017: presentazione del Progetto e Corsi a tutti gli studenti interessati;
  • registrazione sulla piattaforma www.progettounisco.it degli studenti le cui scuole hanno sottoscritto la Convenzione Attuativa (proposta date dal 20 al 25 novembre 2017);
  • iscrizione sulla piattaforma www.progettounisco.it ai corsi da parte degli studenti le cui scuole hanno sottoscritto la Convenzione Attuativa (proposta date dal 27 novembre al 15 dicembre 2017);

Fase 3 e Fase 4 (attività attinenti l’Università e la Scuola)

  • dal 10 gennaio al 30 marzo 2018: attività didattica;
  • dal 2 al 30 aprile 2018: svolgimento degli esami;
  • maggio 2018: somministrazione del questionario di valutazione studente
  • maggio 2018: giornata conclusiva progetto con consegna agli studenti dell’attestato superamento esame;
  • entro fine maggio 2018: disponibilità per i singoli studenti e per le scuole, dei certificati di frequenza e superamento esami.

Anche per l’a.a/a.s. 2017/2018 saranno attivati dei corsi anche nelle sedi di Alghero, Olbia, Nuoro e Oristano.